Il Caffè contiene caffeina, una sostanza energizzante e stimolante responsabile delle proprietà benefiche e, in alcuni casi, delle controindicazioni legate alla bevanda più amata dagli italiani. Una tazzina di caffè è la scusa ideale degli italiani per stare insieme, eppure sappiamo così poco di questa bevanda che viene da lontano. Quanto caffè bevi in un giorno? La caffeina contenuta in una tazzina di caffè è del tutto innocua ma cosa succede al nostro organismo se si beve troppo caffè? Approfondiamo gli effetti della caffeina per adulti e bambini, così vediamo anche quanto caffè bere al giorno per stare bene e magari dimagrire, scopriamo le calorie e i valori nutrizionali di questa bevanda.

caffe caffeina proprietà valori nutrizionali quanto bere

Il caffè è una bevanda stimolante, essenzialmente il prodotto dell’infuso dei semi dell’omonima pianta che vengono torrefatti e macinati in polvere. La specie più pregiata è la varietà coffea arabica da cui viene ricavato la maggior parte delle bevande che portiamo in tavola.

Possiamo consumare il caffè in infiniti modi: lungo, espresso, freddo, amaro, macchiato al latte, corretto, alla turca, ristretto, e decaffeinato. Se i gusti possono essere diversi ma tutti siamo d’accordo sul fatto che modeste dosi di caffè ci rende più svegli e ben disposti. Ecco perché in Italia è la prima cosa che cerchiamo al mattino e la prima cosa che ci va di offrire ad amici, ospiti o a chi abbiamo appena conosciuto.

Proprietà benefiche

Il caffè ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie; in alcuni casi, ad esempio quelli più lievi, può essere utile contro il mal di testa. Stimola il sistema nervoso con effetti tonici e stimolanti immediati che si riflettono su un miglioramento delle funzioni psichiche, quindi rende più semplice ricordare e ragionare sulle cose.

Da alcuni studi che tentavano di identificare le correlazioni tra malattie e fattori scatenanti o protettivi è emerso che il caffè è correlato a una minore incidenza di:

  • cancro alla prostata o al fegato,
  • diabete mellito,
  • cirrosi epatica,
  • depressione,
  • morbo di Parkinson,
  • generale riduzione della mortalità.

Sempre secondo questo studio insomma pare che chi beve modeste quantità di questa bevanda (fino a 4 tazzine al giorno) vive più a lungo. Purtroppo si tratta di studi cosiddetti “di popolazione”, ossia che non possono comprovare quanto appena detto ma solo formulare delle ipotesi; supposizioni che sono poi da verificare con studi più approfonditi in grado si accertare il nesso causale tra caffè e benefici.

Valori nutrizionali del Caffè

I valori nutrizionali riportati di seguito si riferiscono a 100 g di caffè macinato (miscela arabica e robusta), però considerate che per fare una tazzina di caffè si usano circa 6 g in polvere. I 100 g di caffè apportano 287 calorie e contengono:

  • 4 g di acqua
  • 10 g di proteine
  • 15 g di lipidi
  • 28 g di carboidrati
  • 2020 mg di potassio
  • 160 mg di fosforo
  • 130 mg di calcio
  • 74 mg di sodio
  • 10 mg di vitamina B3 o Niacina
  • 4 mg di ferro
  • 0,2 mg di vitamina B2 o Riboflavina

Quanta caffeina c’è nel caffè e nel cioccolato (alimento ricco di caffeina)?

Bevanda o alimentoQuantità di Caffeina
60 ml di una tazzina di espresso80 mg
200 ml di una tazza di caffè americano90 mg
220 ml di una tazza di the50 mg
355 ml di una normale lattina di coca-cola40 mg
250 ml di una normale lattina di bevanda energetica80 mg
50 g di una barretta di cioccolato fondente25 mg
50 g di una barretta di cioccolato10 mg

Calorie del caffè: Quante calorie ci sono in una tazzina?

Il caffè contiene caffeina che aiuta a dimagrire grazia al suo noto effetto “anoressizzante”, eppure c’è chi si chiede quante calorie ci sono in una tazzina di caffè per fare attenzione alla dieta. Consideriamo le diverse opzioni in base al tipo di caffè che vi piace bere:

  • il caffè amaro contiene appena 2 calorie ogni tazzina, per cui è irrilevante se ne fate un consumo moderato (che tra l’altro è quanto basta se volete aiutarvi a dimagrire);
  • gli amanti del caffè macchiato con latte (pur sempre amaro) devono sapere che la loro tazzina di caffè contiene all’incirca 10 calorie, anche in questo caso l’apporto calorico totale in una giornata risulta trascurabile; è bene sottolinearvi che il caffellatte analizzato dagli scienziati ha evidenziato che quando si aggiunge il latte al caffè “l’attività antiossidante diminuisce di più della metà”. Questo non succede utilizzando latte di soia per fare il caffellatte.
  • un caffè con un cucchiaino di zucchero apporta 20 calorie, è lo zucchero a far salire l’apporto calorico. Dunque, chi vuole stare a dieta e bere caffè per beneficiare dell’effetto anoressizzante deve decisamente limitarsi a berlo amaro.

Benefici del caffè ed Effetti collaterali della caffeina, ecco cosa succede quando beviamo il caffè

Quando beviamo il caffè in genere dovremmo subito sentirci più svegli e attivi, questo è il motivo principale che spinge milioni, o forse miliardi di persone al mattino a bere una tazza di caffè. Quali sono i reali effetti della caffeina sul nostro organismo? Ce lo dice la scienza, che ha identificato effetti sia positivi che negativi, per ottenere gli uni o gli altri è essenziale quantificare la dose di caffè (e quindi di caffeina) consumata giornalmente.

Si definisce “consumo moderato di caffè” quando la caffeina ingerita al giorno non supera i 4 mg per ogni kg del vostro peso. Ad esempio una persona che pesa 70 kg non assume più di 280 mg di caffeina quotidianamente, o meglio non beve mai più di 3 tazzine di caffè al giorno.

Chi non beve spesso caffè oppure lo consuma in dosi moderate noterà i seguenti effetti:

  • la digestione migliora, viene infatti stimolata la secrezione gastrica, salivare e biliare;
  • se bevuto a piccole dosi può rallentare la frequenza cardiaca, e provocare dilatazione coronarica e broncodilatazione; può anche migliorare la condizione di soggetti allergici o asmatici.
  • l’attività psicomotoria e l’umore migliorano, quindi anche le prestazioni atletiche;
  • dona resistenza alla fatica e riduce il bisogno di dormire;
  • può aiutare a dimagrire perché aumenta leggermente la temperatura corporea e agisce come un brucia grassi, ha un effetto detto “anoressizzante”.

Definiamo invece “consumo eccessivo di caffè” se la caffeina ingerita quotidianamente è superiore o pari a 10 mg per ogni kg del vostro peso. Ad esempio una persona che pesa 70 kg non assume più di mg di caffeina al giorno, o meglio beve sempre almeno 10 tazzine di caffè quotidianamente.

Chi fa un uso sconsiderato e smisurato del caffè che possiamo certamente definire eccessivo e oltre ogni limite, noterà i seguenti effetti negativi:

  • provoca acidità di stomaco, reflusso gastroesofageo ed esofagite, soprattutto se bevuto a digiuno;
  • scatena episodi di tachicardia, aritmie e porta all’ipertensione;
  • mette ansia, causando stati depressivi, tremori, insonnia ed eccitabilità;
  • riduce l’assorbimento di calcio e ferro grazie alle sue proprietà diuretiche; a causa della scarsità di questi due fondamentali minerali si verificherà la comparsa di osteoporosi e anemia.

Visti gli effetti negativi della caffeina sul corpo umano è importante sapere qual è il modo ideale di prepararsi un caffè in modo che abbia meno caffeina. Il caffè solubile contiene meno caffeina del caffè espresso, ed entrambi (espresso e solubile) ne contengono meno della moka tradizionale, tuttavia quello non filtrato o alla napoletana li batte tutti.

Quanto caffè bere al giorno?

Il consumo di caffè può avere effetti positivi e negativi sulla nostra salute. E’ una bevanda stimolante molto amata, in particolare dagli italiani, ma non bisognerebbe mai berne troppo per non sperimentare gli effetti collaterali del caffè. La dose sicura di caffeina giornaliera è di 300 mg, l’equivalente di circa tre tazzine di caffè italiano, dunque mai bere più di tre caffè al giorno.

La caffeina tuttavia, si trova anche in altre bevande e alimenti stimolanti, e il limite di 300 mg di caffeina giornaliera può essere raggiunto consumando 3 tazzine di caffè italiano, oppure:

  • 6 tazze di tè;
  • 10 lattine di coca cola;
  • 8 tazze di cioccolata calda;
  • 400 grammi di cioccolato extra-fondente.

Anche alcuni farmaci analgesici, brucia grassi e anoressizzanti contengono caffeina, che va a sommarsi a quella contenuta nel nostro buon caffè quotidiano.

I bambini hanno un limite di caffeina ancor più basso, non dovrebbero mai assumerne più di 100 mg al dì, ecco perché è sconsigliato far bere ai bambini troppa coca cola o fargli mangiare troppa cioccolata. Il limite di 100 mg di caffeina nei bambini è presto superato con un paio di bicchieri di coca cola e due barrette di cioccolato.

Chi beve il caffè tutti i giorni perché crede di non poterne fare proprio a meno avrà di certo sviluppato una certa tolleranza al caffè. Questo spiega perché chi non lo beve mai e poi ne beve due tazzine in un giorno riscontra insonnia, mal di testa, ansia, vampate di calore e irritabilità.

Chi non dovrebbe bere caffè per motivi di salute

Se può avervi scioccato scoprire quanto male può farci qualche tazzina di caffè in più allora tenetevi forte perché c’è dell’altro. Gli effetti negativi dovuti al consumo ossessivo di caffè peggiorano nettamente quando è associato ad altri stimolanti (droghe psicoattive, alcol, tabacco). Dunque se fumate e bevete caffè state sottoscrivendo una ricetta per il disastro, idem se per caso siete bevitori di alcol o assidui consumatori di droghe psicoattive.

Ad ogni modo ci sono particolari condizioni in cui il caffè tradizionale dovrebbe assolutamente essere sostituito con un’equivalente decaffeinato (altrettanto buono) oppure drasticamente ridotto. Non bevete caffè oppure parlatene prima con il vostro medico in caso di:

  • ulcere;
  • cattiva digestione;
  • gastriti;
  • reflusso;
  • colesterolo alto;
  • soggetti cardiopatici;
  • soggetti ipertesi;
  • soggetti che fanno abuso di alcol, fumo o droghe psicoattive;
  • gravidanza;
  • mastopatia fibrocistica.

Le donne in gravidanza non dovrebbero eccedere con il caffè, sono raccomandate al massimo 2 tazzine al giorno.

La dose letale di caffeina per l’uomo è pari a 100 grammi: è impossibile che un uomo beva tanto caffè nell’immediato ma a lungo andare gli effetti negativi di cui sopra puntualmente si presentano a chi beve caffè da una vita in modo costante.

Per il vostro bene, cercate di degustare questa deliziosa bevanda stimolante solo quando è necessario e quando potete permettervela, cercando di non consumarlo mai tutti i giorni ed eventualmente non più di 2 o 3 tazzine di caffè al giorno.

CONDIVIDI Caffè e caffeina, scopriamo la bevanda più amata dagli italiani.

Le indicazioni riportate negli articoli di Dieta e Ricette hanno scopo ESCLUSIVAMENTE informativo e non intendono sostituire il parere di figure professionali come medico, nutrizionista o dietista, il cui intervento si rende necessario per la prescrizione e la composizione di terapie alimentari personalizzate.

Dieta e Ricette è stato selezionato da Google News come Fonte Autorevole per la qualità dei contenuti proposti.

Rimani aggiornato e seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.