La dieta social è un piano alimentare basato sul metodo molecolare che snobba il conto delle calorie e si basa sul supporto sociale dato dai gruppi online di partecipanti al programma. Cos’è, come funziona, cos’è il metodo molecolare e i menu di esempio della dieta social vi aiutano a capire in questo articolo tutte le principali caratteristiche di questo innovativo modo di mettersi a dieta. La dieta sociale serve alla perdita di peso ed è molto di aiuto a persone che hanno bisogno di recuperare la loro autostima condividendo il proprio percorso con altri partecipanti alla dieta sui social.

dieta social come funziona menu esempio

Cos’è la dieta social, il supporto dei gruppi online e cosa mangiare

La dieta social è un regime dietetico collettivo mirato alla perdita di peso, si distingue per il beneficio del sostegno psicologico di gruppo sui social e l’interazione con un team di specialisti a disposizione di tutti. Il bello della dieta social è che al contrario dei metodi fai-da-te è leggermente più sicuro perché si ha spesso a che fare con gli esperti che hanno ideato il programma, quindi è difficile incorrere in rischi per la salute importanti. Tuttavia, al pari di una qualsiasi dieta che si può trovare autonomamente online si tratta di un metodo generalizzato alla massa, che quindi potrebbe non soddisfare nemmeno una delle tue esigenze, potrebbe non funzionare perché non è una dieta personalizzata.

Il supporto online ti aiuta a dimagrire

Sicuramente il supporto sui social, come Facebook, Instagram e altri social network, di un gruppo di persone che attraversa il tuo stesso percorso e si affida agli stessi specialisti può fare una piccola differenza. Può essere di conforto e di grande motivazione soprattutto per chi non è abbastanza convinto di riuscire a seguire una corretta alimentazione cambiando le proprie abitudini, anche radicalmente. I piani alimentari tutti uguali però sono una pecca per chi ha bisogno di una dieta personalizzata oltre che social.

No al conto delle calorie, Sì al metodo molecolare

Secondo la dieta social non ha senso contare le calorie, perché sono le molecole che compongono il cibo (non il valore energetico) a interferire con i processi biochimici del nostro corpo che ci fanno dimagrire o ingrassare. Chi segue la dieta social usa dunque il metodo molecolare per perdere peso, che funziona così:

  • è un ciclo di 5 giorni di cui:
    • si fanno 4 giorni con pasti proteici, cioè molto ricchi di proteine rispetto ai carboidrati (per ogni 0,5 grammi di carboidrati si dovrà mangiare 1 grammo di proteine);
    • 1 giorno con pasti glucidici, cioè maggiormente ricchi di carboidrati (l’inverso dei pasti proteici: per ogni 0,5 grammi di proteine si dovrà mangiare 1 grammo di carboidrati);
    • al termine dei 5 giorni il metodo si ripete;
  • la regola generale è fare 5 pasti al giorno: colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena (quindi sveglia almeno alle 8 per poter lasciare un paio d’ore tra un pasto e un altro);
  • non si contano le calorie per i motivi di cui sopra, quindi le porzioni sono soggettive in base alle proprie esigenze (è ottimale non abbuffarsi limitandosi a mangiare il necessario per non sentirsi vuoti ma nemmeno troppo pieni);

L’obbiettivo di alimentarsi con il metodo molecolare è essenzialmente risvegliare il metabolismo, stimolando e migliorando così anche le funzioni intestinali che portano a un inevitabile benessere e igiene dell’intestino. Il metodo molecolare aiuta nel controllo della glicemia, dell’insulina, della lipemia e della modulazione genica sul DNA (si ritiene che le molecole dei cibi possano avere effetti sul DNA).

Come funziona la dieta social?

Come funziona la dieta social? E’ essenziale avere libero accesso a internet infatti con lo smartphone dovrai scaricare l’app della dieta social e iscriverti al gruppo su Facebook. Ti iscrivi e crei da subito un contatto con gli altri utenti, inizi la dieta e puoi condividere con gli altri la tua esperienza. La dieta social promette di aiutare tutti i partecipanti a instaurare un corretto rapporto con il cibo, dicendo addio per sempre a fame nervosa, attacchi di fame o al contrario, digiuni non controllati o insensati.

Iscrivendoti via Facebook puoi iniziare il tuo percorso gratuito con la dieta social, anche l’app è gratuita e la puoi scaricare sul tuo smartphone quando vuoi. Il percorso della dieta sociale però non si può iniziare in un lunedì a caso, infatti inizia periodicamente ed ha una durata totale di 4 settimane, dopodiché si procede con una dieta di mantenimento. Tutto questo è gratis via Facebook iscrivendoti alla dieta Social, quindi è possibile provare il programma e valutarne subito i risultati conseguiti.

Se si è soddisfatti della dieta social e si vuole continuare ci sono i percorsi più lunghi (3, 6, 12 mesi) che sono a pagamento e in questo caso si sottoscrive un abbonamento che ti da accesso a un altro gruppo su Facebook chiamato Dieta Social Master Club dedicato solo ai partecipanti paganti. Ci si può anche abbonare a una rivista settimanale della dieta sociale in cui si trovano informazioni approfondite su dieta, alimenti, consigli per il benessere, la salute e anche tante ricette. I costi degli abbonamenti alla dieta social sono:

  • 3 mesi a € 36,40;
  • 6 mesi a € 59,80;
  • 12 mesi a € 93,60;

Dieta social: i Menu di esempio

Com’è il menu di esempio della dieta social? Il piano alimentare è molto specifico e potrete trovare molte informazioni sul sito ufficiale dietasocial.it, intanto vi forniamo questo menu di esempio per avere subito un’idea di una giornata tipo in Dieta Social.

Ecco il menu di esempio della Dieta Social in fase glucidica, cioè con più carboidrati (1-2 volte a settimana):

  • COLAZIONE: Tè verde o caffè non zuccherato + latte scremato + pane di segale e marmellata + nocciole o altra frutta secca;
  • SPUNTINO: frutta fresca o centrifugato di verdura e frutta;
  • PRANZO: insalata di lattuga e valeriana + trofie al pesto di noci + olio extravergine d’oliva;
  • MERENDA: orzo o tè verde senza zucchero + frutta fresca;
  • CENA: insalata di radicchio rosso e germogli di soia + insalata di lenticchie e pistacchi + zuppa tiepida di verdure + olio extravergine d’oliva.

Di seguito invece c’è un menu di esempio della Dieta Social in fase proteica, cioè con più proteine (4-5 volte a settimana):

  • COLAZIONE: Tè verde o caffè non zuccherato + affettato di tacchino + pane di segale + mandorle o altra frutta secca;
  • SPUNTINO: frutta fresca o centrifugato di verdura e frutta;
  • PRANZO: insalata verde e mela + semi di zucca + pesce marinato al limone + olio extravergine d’oliva + pane di segale;
  • MERENDA: orzo o tè verde senza zucchero + frutta fresca;
  • CENA: insalata di rucola al limone + insalata di lenticchie e pistacchi + carne di manzo alla pizzaiola + pane di segale + olio extravergine d’oliva.

Per i condimenti bisogna sempre preferire l’olio extravergine d’oliva e le erbe aromatiche, sconsigliato l’uso del sale, dunque sostituirlo con succo di limone, aceto di vino o di mele. Nel menù proteico della dieta Social è concesso il pane di segale ma in ridotte quantità rispetto al resto e perché comunque ha un apporto glucidico inferiore ad altri tipi di carboidrati tipo pasta, riso, patate o legumi. Nel menù glucidico invece è sconsigliato accompagnare con il pane, bisogna invece preferire un piatto di verdure.

CONDIVIDI Dieta social: cos’è, come funziona, supporto e menu di esempio.

Le indicazioni riportate negli articoli di Dieta e Ricette hanno scopo ESCLUSIVAMENTE informativo e non intendono sostituire il parere di figure professionali come medico, nutrizionista o dietista, il cui intervento si rende necessario per la prescrizione e la composizione di terapie alimentari personalizzate.

Dieta e Ricette è stato selezionato da Google News come Fonte Autorevole per la qualità dei contenuti proposti.

Rimani aggiornato e seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Per fornire un servizio di qualità e aiutarci a sostenerci,

ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlock.

Grazie per contribuire al mantenimento.