La camminata fa dimagrire, tutti hanno almeno un’amica che lo può confermare, dimagrire camminando si può, i benefici della camminata sono anche di più: ma per quanto camminare e quanto veloce? In questo articolo andiamo a chiarire tutti i punti chiave della camminata per dimagrire, come camminare, con quali scarpe, quanto velocemente si ottengono i risultati e quanto veloce camminare. Iniziare a camminare per dimagrire è un’ottima idea, non solo per perdere peso ma anche per prevenire l’insorgenza di patologie articolari, cardiache o polmonari in futuro: camminare è un’attività benefica a 360 gradi e fa anche dimagrire, vediamo come dimagrire camminando veloce.

dimagrire camminata - camminando per dimagrire quanto veloce e quanto tempo ci vuole

Dimagrire camminando veloce: quanto bisogna camminare per dimagrire?

Dimagrire camminando veloce si può, in realtà non serve correre, ma solo accelerare un po’ il passo che teniamo normalmente. Aiutandovi con uno smartwatch o con un app per smartphone in grado di misurare la vostra andatura vi accorgerete che camminando a 5-7 km/h siete già in piena attività, camminando velocemente e bruciando più calorie rispetto alla solita passeggiata. Quanto veloce bisogna camminare per dimagrire? L’ideale è riuscire a camminare 1-2 km/h in più rispetto al vostro passo naturale, così aumenta leggermente il consumo calorico e lo sforzo è davvero al minimo.

Quanto bisogna camminare al giorno per dimagrire? La domanda è simile, ma questa volta ci riferiamo alla distanza: l’ideale per dimagrire camminando veloce è camminare per 3-3,5 km al giorno, l’equivalente di circa 5000 passi. Ci sono numerose applicazioni gratuite che si offrono di contare i passi per voi, usatele per avere sempre un’idea chiara dei progressi che state facendo.

Per dimagrire camminando veloce non basta solo camminare, bisognerà ricordarsi di seguire una dieta ipocalorica senza sgarrare, così quando andrete a camminare il vostro organismo sarà già in deficit calorico e potrete dire di stare veramente bruciando i grassi passo dopo passo. Considerate invece che mangiando normalmente facendo attività fisica, cioè camminando veloce per 3-3,5 km al giorno, non farete altro che mantenere il peso attuale, e non è ciò che vi aspettate: dunque niente sgarri fino all’obbiettivo.

Camminare fa dimagrire, ma in quanto tempo? Perdere peso camminando almeno 30 minuti al giorno

Camminare fa dimagrire, è possibile perdere peso camminando solo se lo facciamo con costanza e per almeno 30 minuti al giorno, l’ideale sarebbe passare 50 o 60 minuti a camminare ma ci si può arrivare man mano che la cosa appassiona e diventa un’abitudine. Aggiungete anche 10 minuti al tempo da impiegare, serve per il riscaldamento iniziale, in cui diamo una svegliata ai muscoli facendo stretching e una camminata leggera, poi si accelera il passo e si prosegue fino all’obbiettivo di 30 minuti o più. Vi sembra impegnativo? Volete rimandare? Forse dovreste prima ascoltare la seguente riflessione.

Spesso dopo i 40 anni è il medico a ricordarci di fare attività fisica, un giorno guarda le analisi e dice “dovresti camminare almeno mezz’ora al giorno per stare subito meglio senza bisogno di farmaci“, e tu lo guardi annuendo e pensando a tutte le volte che hai rimandato perché potevi, mentre ora ti tocca. La verità è che il medico consiglia di camminare spesso perché i benefici della camminata, oltre a far dimagrire, sono che la camminata aiuta a prevenire problemi articolari, cardiaci, polmonari, inoltre riduce sensibilmente il rischio di diabete, e velocizza il metabolismo. Risolve o previene quasi tutti i problemini che si generano con il passare dei primi 30-40 anni di vita, quindi la camminata è un’attività sana che va assolutamente praticata con costanza e con passione perché ci tiene in salute e in forze.

Dopo quanto tempo vedo i risultati della camminata per dimagrire?

Dopo quanto tempo vedo i risultati della camminata per dimagrire? Questa è un’ottima domanda, perché se seguo una dieta per dimagrire 3 kg in una settimana voglio sapere anche qual è il merito della camminata in tutto questo, ebbene tenete presente che se partite da zero i risultati si vedranno nel giro di una settimana o due. Inizialmente potrebbe essere difficile, perché passare dalla sedentarietà assoluta a una passeggiata sostenuta è un grande passo in avanti, quindi farete un po’ di fatica i primi giorni ma poi si tramuterà in forza e vi spingerete oltre. Quindi nel giro di due settimane potrete già ammirare risultati, quali:

  • migliore resistenza fisica,
  • passo sciolto,
  • camminata naturale più veloce,
  • andatura omogenea,
  • miglioramento della postura,
  • respirazione più facile e profonda (riuscirete a riempire meglio i polmoni inspirando),
  • miglioramento della circolazione,
  • riduzione dei dolori articolari e lombari.

Questi sono i benefici che proverete sul vostro corpo dopo sole 2 settimane a camminare 30-50 minuti al giorno con un’andatura media di 5 km/h, inoltre se seguite una dieta ipocalorica in modo serio noterete un meritato dimagrimento. Se non era vostra abitudine muovervi tanto spesso potreste arrivare a dimagrire con la camminata anche 1 kg a settimana, ricordate: la perseveranza è tutto, non rimandate.

Un ultimo passo prima di iniziare a camminare per dimagrire: usa scarpe comode per dimagrire camminando

L’ultimo passo di questa guida per iniziare a camminare e dimagrire con la camminata è quello di indicare quali sono le scarpe comode per camminare e iniziare a perdere peso camminando.

Le migliori scarpe comode per camminare – quali scegliere?

Le scarpe sono molto importanti per chi passa molto tempo in piedi o deve camminare a lungo, come in questo caso, ecco perché bisogna riservare alle scarpe per camminare attenzioni speciali. Il compito delle scarpe per camminare è proteggere i piedi, assorbendo gli urti, lasciando traspirare mentre fate attività fisica e fasciando perfettamente il piede senza essere affatto un peso.

La punta delle scarpe deve essere ampia per permettere alle dita una adeguata libertà di movimento; la suola deve essere flessibile in modo da consentire la marcia sulle punte e la mobilizzazione dei muscoli del piede durante la camminata veloce.

Flessibilità, resistenza, traspirabilità, sono solo alcune delle caratteristiche in cui una scarpa studiata per camminare deve eccellere, ecco alcuni modelli che puoi considerare se non hai già un paio di scarpe per camminare a lungo. Queste sono le migliori scarpe comode per dimagrire camminando:

CONDIVIDI come dimagrire camminando veloce, quanto camminare, quanto a lungo e dopo quanto tempo si ottengono i primi risultati.

Dieta e Ricette è stato selezionato da Google News come Fonte Autorevole per la qualità dei contenuti proposti.

Rimani aggiornato e seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.