La dieta del gruppo sanguigno o emodieta è un’alimentazione strutturata in base agli antigeni nel sangue, chi segue questa dieta conosce il suo gruppo sanguigno può guarire, evitare patologie gravi e dimagrire o prendere peso in modo sano. Queste sono le premesse della dieta del dottor Mozzi, secondo il quale “ricominciare a mangiare bene per tornare a stare bene” è un passo cruciale nella vita di chi vuole curarsi con l’alimentazione o dimagrire in base al proprio gruppo sanguigno. In questo articolo sulla dieta dei gruppi sanguigni A, B, 0, AB capiremo cos’è, come funziona, a chi è rivolta questa particolare dieta, e le ricette del dottor Mozzi per seguire la dieta del gruppo sanguigno.

dieta del dottor mozzi conosciuta come dieta del gruppo sanguigno e alimentazione

Dieta del gruppo sanguigno: l’alimentazione sana per guarire, star bene e dimagrire o prendere peso in modo sano

La dieta del gruppo sanguigno è usata perlopiù come metodo per scongiurare patologie gravi, migliorare il proprio stato di salute e conservarlo, guarire dalle malattie con l’alimentazione e dimagrire o prendere peso in modo sano. “Con il cibo sbagliato finirai per ammalarti, ma allo stesso tempo con il cibo giusto potrai guarire” dice il dottor Pietro Mozzi, che ha importato dall’America questa particolare dieta non convenzionale.

A chi è rivolta l’alimentazione dei gruppi sanguigni A, B, 0, AB?

Alimentazione dei gruppi sanguigni, dieta del gruppo sanguigno o emodieta, qualsiasi sia il nome con cui la vogliate chiamare, questa dieta è rivolta praticamente a tutti ma specificatamente a chi:

  • ha un problema di salute da risolvere;
  • vuole scongiurare problemi di salute futuri;
  • ha bisogno di dimagrire o prendere peso in modo sano;
  • soffre di stanchezza cronica;
  • soffre di ansia, attacchi di panico, insonnia e depressione;
  • è sportivo e vuole migliorare le sue prestazioni.

La Dieta del gruppo sanguigno del Dottor Mozzi: video, libro e ricette

La dieta del gruppo sanguigno non è una scoperta del dottor Pietro Mozzi, fu infatti il dottor James D’Adamo e suo figlio Peter J. D’Adamo a notare e provare scientificamente che persone dai gruppi sanguigni diversi hanno esigenze alimentari diverse. La dieta del gruppo sanguigno del dottor Mozzi è celebre in Italia perché il dottore ha partecipato e partecipa a dei programmi televisivi in cui spiega puntualmente cos’è e come funziona l’emodieta, inoltre fornisce consigli sull’alimentazione.

E’ possibile seguire i consigli alimentari del dottor Mozzi su YouTube, dove sono disponibili le puntate tv in cui è intervenuto e le indicazioni che ha dato. E’ invece possibile richiedere la dieta del gruppo sanguigno personalizzata sul suo sito internet; sono disponibili anche dei libri in cui è spiegata bene la dieta e la preparazione delle ricette per seguire correttamente la dieta dei gruppi sanguigni, il dottor Mozzi li propone anche online:

Come funziona la dieta del gruppo sanguigno?

Il tutto nacque da un intuizione geniale del dottor James D’Adamo, che si accorse come alcuni suoi pazienti rispondessero meglio ad una dieta prettamente vegetariana e come altri, al contrario, traessero maggior giovamento da un consumo pressoché quotidiano di carne. Dalle successive analisi venne fuori che il primo gruppo, per la maggioranza, era rappresentato da soggetti di gruppo sanguigno A, mentre il secondo da persone di gruppo sanguigno 0.

Dieta del gruppo sanguigno (sito web)

In base alla presenza o meno degli antigeni nelle cellule del sangue viene strutturata la dieta del gruppo sanguigno, i gruppi sanguigni sono i seguenti:

  • Gruppo 0: nessun antigene;
  • Gruupo A: antigene A;
  • Gruppo B: antigene B;
  • Gruppo AB: antigene A e B.

Gli antigeni hanno il compito di allertare il sistema immunitario qualora siano introdotti elementi estranei nocivi, come virus, batteri o trasfusione di sangue con antigeni “nemici”. Il cibo, anch’esso, contiene antigeni, così quando mangiamo questi possono essere “amici” o “nemici” esattamente come avviene con virus, batteri e trasfusioni di sangue. Questo è il motivo per cui alcuni tollerano un determinato alimento e altri no, inoltre chi non tollera quell’alimento specifico e continua a mangiarlo, alla lunga causerà lo sviluppo di patologie, più o meno gravi. La dieta dei gruppi sanguigni può evitare che questo accada, definendo in anticipo quali sono i cibi consigliati in base al proprio gruppo sanguigno così da limitare o cancellare nella dieta gli alimenti nocivi e quasi velenosi per il nostro organismo.

Da un meticoloso lavoro di laboratorio il Dr. Peter J. D’Adamo, riuscì a stilare un elenco molto completo di alimenti compatibili ed incompatibili per ogni gruppo sanguigno, suddividendo gli alimenti in tre tipi: benefici, neutri e nocivi.

Gli alimenti benefici sono quelli che risultano positivi e che agiscono come un vero e proprio farmaco, potenziando il sistema immunitario. Gli alimenti neutri sono semplicemente tollerati e possono essere introdotti nella dieta senza grossi problemi. Gli alimenti nocivi non sono compatibili con il sistema immunitario e il loro consumo può provocare la formazione di patologie.

Dieta del gruppo sanguigno (sito web)

Per ogni gruppo sanguigno A, B, 0, AB con RH positivo o negativo, è stata stabilita una lista degli alimenti benefici, neutri e nocivi ideale per guarire, star bene e tenersi in salute, dimagrire o prendere peso in modo sano.

Conoscere il proprio gruppo sanguigno e seguire una dieta in base al proprio gruppo (A, B, 0, AB) è un fattore essenziale nell’intraprendere la via del benessere. “Tuttavia il dottore ci tiene a ribadire, più e più volte, che questo è solo uno dei requisiti necessari e spesso da solo non basta per tornare, o restare in salute, specialmente quando si ha a che fare con patologie di una certa entità” si legge ancora sul suo blog. In particolare ritiene fattori di equiparabile importanza anche “la giusta combinazione degli alimenti, il consumo di alimenti di stagione, la lettura attenta delle etichette, e se possibile la scelta di alimenti freschi e di coltivazione/allevamento biologico“; e fattori come “l’età, rapporto altezza/peso, attività fisica svolta, analisi del sangue, attuale stato di salute, eventuale presenza di patologie importanti, potenziali malattie ereditarie.” Guarire e stare in salute grazie all’alimentazione del gruppo sanguigno non è poi così facile come sembra.

Malattie da cui si può guarire con questo tipo di alimentazione personalizzata in base al gruppo sanguigno A, B, 0, AB

Parlando di diete spesso si ha l’impressione che ci si debba limitare di tutto per poter star bene, la dieta dei gruppi sanguigni invece si basa sul nutrimento ideale per gli antigeni del nostro sangue, ecco perché non occorre limitarsi di tutto ma solo di quegli alimenti che sono nocivi per il nostro corpo. Ridurre o eliminare il consumo di alimenti nocivi ci porta in primis a ridurre colesterolo alto e ipertensione, ma ci sono tante altre patologie che con il tempo è possibile trattare con successo, patologie che sembrerebbero anche minimamente non correlate all’alimentazione, come:

malattie metaboliche: colesterolo alto, ipertensione, trigliceridi alti, diabete, ecc.;

malattie dell’apparato digerente: diverticoli, stitichezza, gastrite, emorroidi, dispepsia, ecc.;

malattie renali: calcoli renali, insufficienza renale, rene policistico, ecc.;

malattie dell’apparato genitale: cistite, prostatite, impotenza, cisti ovariche, ecc.;

malattie della pelle: dermatite atopica, psoriasi, cheloidi, piaghe da decubito ecc.;

malattie del fegato: steatosi epatica, epatiti virali, angioma epatico, morbo di Gilbert, ecc.;

dolori osteo-articolari: cervicale, mal di schiena, dolore alle spalle,ai polsi, ai gomiti, ecc.;

malattie del sangue: leucemia cronica e acuta (qualora la si prenda per tempo), anemia, microcitemia, ecc.

malattie della tiroide: ipotridoidismo, ipertiroidismo, noduli alla tiroide, tiroide autoimmune, ecc.

…… e molto altro ancora.

Dieta del gruppo sanguigno (sito web)

Sul blog del dottor Mozzi si legge infine che bastano due settimane dall’inizio della dieta dei gruppi sanguigni per manifestare i primi effetti benefici e miglioramenti, ma ciò varia in base al proprio gruppo sanguigno, – ad esempio i gruppi “0” hanno risposte più rapide, le persone di gruppo AB invece hanno risposte molto più lente – al tipo e alla cronicità della malattia, e all’età.

CONDIVIDI le informazioni utili sulla Dieta del gruppo sanguigno per guarire, star bene e dimagrire o prendere peso in modo sano.

Le indicazioni riportate negli articoli di Dieta e Ricette hanno scopo ESCLUSIVAMENTE informativo e non intendono sostituire il parere di figure professionali come medico, nutrizionista o dietista, il cui intervento si rende necessario per la prescrizione e la composizione di terapie alimentari personalizzate.

Dieta e Ricette è stato selezionato da Google News come Fonte Autorevole per la qualità dei contenuti proposti.

Rimani aggiornato e seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Per fornire un servizio di qualità e aiutarci a sostenerci,

ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlock.

Grazie per contribuire al mantenimento.