Limoncello fatto in casa: Ricetta originale di Amalfi

Il limoncello fatto in casa si ottiene seguendo la ricetta tradizionale tramandata da generazioni nella splendida Amalfi. Questa semplice preparazione rende possibile realizzare il limoncello anche per chi non ha esperienza. La prima cosa da fare è scegliere attentamente 10 limoni non trattati, poiché useremo solamente le scorze. Utilizzeremo una ricetta della nonna infallibile per fare il limoncello fatto in casa. Sarà necessario avere a disposizione alcol puro al 95°, che darà al limoncello un grado alcolico variabile tra il 20% e il 32% vol, a seconda dei tempi di macerazione che potrebbero variare dai 3 ai 7 giorni, in base alle preferenze personali. Ora vediamo insieme come preparare il limoncello fatto in casa, seguendo la ricetta originale che prevede la creazione di uno sciroppo unito al liquido al limone, dando vita a un liquore giallo e profumato dal sapore unico.

limoncello della nonna fatto in casa con la ricetta originale di Amalfi
Vai subito alla ricetta

Come si prepara il limoncello fatto in casa

Vuoi sperimentare la gioia di gustare un autentico limoncello fatto in casa? Non preoccuparti, segui la ricetta originale passo dopo passo e potrai goderti un liquore giallo dal sapore unico. Preparare il limoncello è più facile di quanto si possa pensare. Ti basteranno alcuni limoni, alcol puro, acqua e zucchero per ottenere un delizioso risultato. Ecco come fare.

Iniziamo con la fase di macerazione. Lavare accuratamente i limoni, assicurandosi di rimuovere ogni traccia di cera o pesticidi dalla buccia. Successivamente, utilizzando un pelapatate o un coltello affilato, rimuovi solo la parte gialla della buccia dei limoni, evitando la parte bianca amara. Questa è la parte essenziale per ottenere il gusto aromatico del limoncello.

Una volta che hai raccolto tutte le bucce dei limoni, mettile in un contenitore di vetro con alcol puro. Copri bene il contenitore e lascia macerare per almeno una settimana. Durante questo periodo, l’alcol assorbirà gli oli essenziali presenti nella buccia dei limoni, conferendo al liquore il suo caratteristico aroma.

Trascorsa la settimana di macerazione, è il momento di passare alla fase successiva. Prepara uno sciroppo semplice mescolando acqua e zucchero in una pentola. Accendi il fornello a fuoco medio e continua a mescolare finché lo zucchero non si sarà completamente sciolto nell’acqua. Lascia raffreddare lo sciroppo prima di procedere.

Una volta che lo sciroppo si è raffreddato, aggiungilo al liquido di macerazione dei limoni. Mescola delicatamente per amalgamare bene gli ingredienti. A questo punto, puoi filtrare il liquido attraverso un colino fine per rimuovere le bucce dei limoni. Il risultato sarà un liquore limpidissimo e profumato.

Prima di gustare il tuo limoncello fatto in casa, è importante lasciarlo riposare per almeno un paio di settimane in frigorifero. Questo permetterà agli aromi di svilupparsi appieno, offrendoti una bevanda davvero deliziosa. Ricorda di conservare il limoncello in una bottiglia ben sigillata e di conservarla in un luogo fresco e al buio per prolungarne la durata.

Ora che sai come preparare il limoncello fatto in casa seguendo la ricetta originale, puoi goderti questo liquore in compagnia dei tuoi amici o come piacevole fine pasto. La tua soddisfazione sarà ancora maggiore sapendo che hai creato un prodotto delizioso con le tue mani. Non vediamo l’ora di sentire i tuoi commenti sulla tua esperienza con il limoncello fatto in casa!

Origine del Limoncello, benefici e usi in cucina (ricette)

Il limoncello è un’altra di quelle ricette di cui tutti in Italia ne vorrebbero la paternità. Nasce agli inizi del Novecento ma non si è ancora capito se l’hanno preparato prima i sorrentini, gli amalfitani, i capresi o i sardi. Quel che è certo è che quello prodotto in Campania è realizzato solo con il rinomato limone di Sorretto (il “femminello”) oppure con il limone sfusato amalfitano IGP.

Si ha ragione di credere che il limoncello, questo liquore dal colore giallo intenso, presenta alcuni interessanti effetti benefici dovuti ovviamente alla presenza di limone. Innanzitutto, questo rinomato liquore campano favorisce la digestione, infatti viene servito a conclusione dei pasti invece dell’amaro. Inoltre, essendo le scorze di limone ricche di vitamine, in particolare la vitamina C, allora il superalcolico limoncello acquisisce proprietà antiossidanti e antisettiche.

Bisogna berlo con moderazione, ma può essere anche utile in molte ricette. Ad esempio lo possiamo usare nella preparazione delle torte invece della scorza grattugiata di limone e negli struffoli napoletani morbidi per dare un’aroma agrumata con il minimo sforzo.

Ricetta del limoncello fatto in casa originale amalfitano

Il limoncello fatto in casa è una deliziosa bevanda alcolica al limone originaria della pittoresca costiera amalfitana. Vuoi imparare a preparare un autentico limoncello fatto in casa? Segui questa ricetta semplice e otterrai un liquore al limone di qualità.

Limoncello fatto in casa Ricetta originale

Ricetta del limoncello fatto in casa, liquore tipico della costiera amalfitana, ecco come preparare il limoncello con limoni di stagione.
Portata Liquore
Cucina Italiana
Preparazione 20 minuti
Cottura 5 minuti
+ Tempo di macerazione dei limoni (min. 3 gg max. 7 gg) 5 days
Tempo totale 5 days 25 minuti
Dosi per 2 Litri
Calorie per porzione120kcal
Costo Basso

Altri dettagli

  • Difficoltà bassa

Ingredienti

  • 10 Limoni non trattati e di stagione
  • 1 L Alcol puro a 95°
  • 600 g Zucchero
  • 1 L Acqua

Istruzioni

  • La preparazione del limoncello fatto in casa inizia dal trattamento dei limoni. Laviamo bene tutti i limoni usando una spugnetta metallica per rimuovere totalmente le impurità, quindi asciughiamo e con un pelapatate ne ricaviamo la scorza gialla lasciando invece quella bianca sul limone così il liquore non sarà amaro.
  • Versiamole scorze di limone in un barattolo di vetro a chiusura ermetica e facciamo macerare nell'alcol per 3-7 giorni in un luogo fresco, asciutto e al riparo da luce e fonti di calore (3 gg per un grado alcolico di circa 20% vol. 7 gg per un grado alcolico di circa 32% vol.). Sarà necessario scuotere il barattolo ogni giorno per stimolare la macerazione e amalgamare bene gli ingredienti.
  • Trascorsa circa una settimana di macerazione filtriamo il liquido con un colino e poi prepariamo lo sciroppo mettendo acqua e zucchero a bollire in un pentolino. Mentre che aspettiamo il bollore dobbiamo mescolare con una spatolina di legno per far sciogliere lo zucchero in modo omogeneo. Quando lo zucchero si è sciolto lo sciroppo è pronto e lo mettiamo a raffreddare.
  • Quando lo sciroppo è freddo aggiungiamo il liquido aromatizzato con le scorze di limone, quindi mescoliamo bene e versiamo in una o più bottiglie di vetro sterilizzate a chiusura ermetica. Il vostro limoncello fatto in casa è pronto!

Un occhio alle calorie

Generalmente una porzione di Limoncello equivale a 50 ml, con questa porzione si apportano 120 calorie (kcal) all’incirca.

CONSERVAZIONE

Conservare le bottiglie di limoncello al fresco, in un luogo buio e asciutto in posizione verticale per almeno 1 mese prima di consumarlo. In ogni caso, è meglio tenere le bottiglie di limoncello lontano da luce solare. Una volta aperto, il limoncello può durare anche un anno se correttamente conservato, ossia chiuso bene e posto in frigo in posizione verticale. Non c’è da aspettarsi che il limoncello duri tanto quanto l’alcol puro, in compenso è difficile stabilire la scadenza di un liquore, in quanto l’alcol è un ottimo conservante. E’ consigliabile perciò consumare il limoncello fatto in casa entro un anno dalla produzione, dunque riportate sulle vostre bottiglie la data d’imbottigliamento.

CONDIVIDI la ricetta del limoncello fatto in casa della nonna.

Dieta e Ricette è stato selezionato da Google News come Fonte Autorevole per la qualità dei contenuti proposti.

Rimani aggiornato e seguici su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.